MANGIARE BIO

COSA TI PORTO
COSA TI PORTO

15 BUONI MOTIVI PER MANGIARE CIBO BIO

1. In varie indagini, le ricerche di organizzazioni indipendenti hanno ripetutamente dimostrato come il cibo biologico sia più ricco in nutrienti rispetto ad altri tipi di cibo. Le ricerche dimostrano che i prodotti biologici hanno maggior quantità di vitamina C, antiossidanti e minerali, calcio, ferro, cromo e magnesio.

2. Sono liberi dalle neurotossine, le tossine che sono dannose per il cervello e le cellule nervose. Una classe di pesticidi chiamati organofosfati, comunemente usata, fu sviluppata in principio per essere usata come gas nervino durante la prima guerra mondiale. Quando il suo uso non fu più necessario in guerra, l’industria adattò questo gas per uccidere i parassiti sui prodotti alimentari. Molti pesticidi sono tuttora considerati neurotossine.

3. Favoriscono la crescita del corpo e del cervello dei bambini. L’organismo in via di sviluppo dei bambini è più sensibile alle tossine di quanto non lo sia quello degli adulti. Scegliere il biologico aiuta ad alimentare i bambini senza esporli ai pesticidi e agli organismi geneticamente modificati, che hanno entrambi una breve storia di utilizzo, e quindi di informazioni sulla loro sicurezza.

4. Sono cibi reali, veri, non fabbriche di pesticidi. Il 18% di tutti i semi geneticamente modificati (e quindi gli alimenti che crescono da loro) sono progettati per produrre i loro propri pesticidi. Le ricerche dimostrano che questi semi possono continuare a produrre pesticidi dentro al tuo corpo una volta che hai mangiato gli alimenti nati da loro. Alimenti che sono in realtà fabbriche di pesticidi..no grazie.

5. L’EPA, l’Agenzia statunitense per la Protezione dell’Ambiente, stima che i pesticidi inquinano la fonte idrica primaria di metà della popolazione americana. L’agricoltura biologica è la migliore soluzione al problema. Comprare biologico aiuta a ridurre l’inquinamento della nostra acqua potabile.

6. Il cibo biologico sostiene la terra (quando le grandi imprese non ci mettono le mani). La produzione di cibo biologico esiste da migliaia di anni ed è una scelta sostenibile per il futuro. Paragona questo alle moderne pratiche dell’agricoltura che sono distruttive per l’ambiente a causa del vasto impiego di erbicidi, pesticidi, fungicidi e fertilizzanti, e che hanno portato a drastici danni ambientali in molte zone del mondo.

7. La scelta di alimenti biologici coltivati in aziende biologiche di piccole dimensioni aiuta a garantire il sostentamento delle famiglie di agricoltori indipendenti. Consideralo una versione domestica del commercio equo.

8. La maggior parte del cibo biologico semplicemente ha un sapore migliore rispetto all’equivalente cresciuto con pesticidi.

9. Il cibo biologico non è esposto al processo di maturazione artificiale con il gas, come lo sono invece alcuni tipi di frutta e verdura non biologica (come le banane).

10. Le aziende biologiche sono più sicure per gli agricoltori. Una ricerca della Scuola di Salute Pubblica di Harvard ha trovato un aumento del 70% della malattia di Parkinson tra coloro che sono esposti ai pesticidi. Scegliere alimenti biologici significa che più persone saranno in grado di lavorare nelle aziende agricole senza incorrere nel pericolo più elevato di contrarre il Parkinson o altre malattie.

11. Il cibo biologico sostiene l’habitat della fauna selvatica. Anche con la quantità di pesticidi comunemente usata la fauna selvatica viene danneggiata dall’esposizione ai pesticidi.

12. Mangiare biologico può ridurre il rischio di cancro. L’EPA, l’Agenzia statunitense per la Protezione dell’Ambiente considera il 60% degli erbicidi, il 90% dei fungicidi e il 30% degli insetticidi come potenzialmente cancerogeni. E’ ragionevale pensare che la rapida crescita della percentuale di cancro sia almeno in parte relazionata con l’uso di questi pesticidi cancerogeni.

13. Scegliere carne biologica diminuisce la tua esposizione agli antibiotici, agli ormoni sintetici e ai farmaci che dagli animali passano a te.

14. Il cibo biologico è provato e testato. Secondo alcune stime, gli alimenti geneticamente modificati compongono l’80% del consumo alimentare di una persona tipo. La modificazione genetica del cibo è ancora sperimentale. Evita di far parte di questa larga scala e di esperimenti non controllati.

15. Il cibo biologico sostiene una maggior biodiversità. La diversità è fondamentale per la vita del pianeta. Il cibo geneticamente modificato e non biologico si focalizza sulla monocoltura ad alto rendimento e sta distruggendo la biodiversità.”

Molto semplicemente, l’industrializzazione in agricoltura ha determinato l’ottenimento di prodotti esteticamente perfetti ma il cui sapore è ben lontano da quello a cui ci avevano abituato le nostre nonne, senza contare gli effetti sulla salute che l’articolo sopra riportato esplicita chiaramente.

Parecchi consumatori, infatti, spinti dal gusto e dalla ricerca di cibi più sani si stanno avvicinando al biologico con il motto, “mangio meno, mangio meglio”.
È indubbio che il metodo biologico, comportando una minore produzione in termini strettamente quantitativi, ed un maggior impiego di risorse umane, determina un maggior costo di produzione e di conseguenza un maggior costo del prodotto sulla tavola.
Nel prodotto cosatipOrto viene remunerato esclusivamente il lavoro del produttore che garantisce direttamente, invitandoti a verificare personalmente sul sito di produzione le tecniche utilizzate per la sua realizzazione. CosatipOrto seleziona inoltre altre produzioni inerenti grano, vino, frutta, selezionati da produttori locali che utilizzano pratiche di produzione bio, e le abbina alle proprie produzioni ortofrutticole.

Cosatiporto nasce anche dalla volontà di rendere il biologico a portata di tutte le tasche, con l’accorciamento della filiera.

CosatipOrto fa pervenire il prodotto direttamente dall’orto alla tavola senza alcuna intermediazione commerciale, con garanzia di provenienza del prodotto stesso e l’assenza di ricarico commerciale.

Spread the love